Posts tagged ‘Costituzione’

lunedì 21 novembre 2016

Salvini: “Ministro Padoan quanto costa un litro di latte?” e lui imbarazzato non sa rispondere

video di 110% Football

mercoledì 29 aprile 2015

Chaouki (Pd) a Salvini: “Con la Costituzione qualche anno fa volevi pulirti il culo”

downloadScontro a Quinta Colonna in onda su Rete4, il talk show di Paolo Del Debbio, tra il deputato Pd Khalid Chaouki e  il leader della Lega, Matteo Salvini.

Il parlamentare pd: “Bisogna aiutare la Sicilia, in attesa che l’Europa faccia il suo dovere e Salvini faccia il suo lavoro a Bruxelles”.

read more »

venerdì 26 settembre 2014

È innocente, ma deve dimettersi, l’editoriale di Travaglio su De Magistris

index

Dopo la condanna in primo grado per abuso
d’ufficio a 1 anno e 3 mesi, Luigi De Magistris
deve lasciare la carica di sindaco di Napoli. Perché
è giusto così e perché la legge Severino stabilisce la
sospensione senza possibilità di scappatoie (che
sarebbe anche poco decoroso imboccare, magari
in attesa che il prefetto lo iberni fino all’eventuale
assoluzione d’appello). Sono decine i consiglieri
regionali, provinciali e comunali sospesi o rimossi
per una condanna in primo grado o per una misura
cautelare.

De Magistris: “Sono profondamente addolorato per aver ricevuto una condanna per fatti insussistenti”

read more »

martedì 16 settembre 2014

“I Cesaroni” l’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano

fatto1-300x243

Ma questi analfabeti lo sanno cosa sono la Corte costituzionale e il Csm? A giudicare dai personaggi squalificati che vogliono mandarci e dal silenzio che avvolge i loro curricula, si direbbe di no. Ma, a giudicare dalla pervicacia con cui insistono per quei nomi, a costo di paralizzare da quattro mesi il Parlamento, si direbbe di sì. Il Partito Unico Renzusconi sa benissimo che la Consulta, pur già inquinata da vecchi politicanti, potrebbe ancora dare fastidio per la presenza di personalità indipendenti, che vanno al più presto rimpiazzate con uomini di stretta obbedienza. Sennò le loro leggi incostituzionali (tipo l’Italicum) vengono di nuovo bocciate. I nomi di Violante, participio presente per tutte le stagioni, e Donato Bruno, membro della grande famiglia dei Cesaroni (è amico di Previti) e padre di un giovanotto inquisito per le baby squillo dei Parioli, rispondono perfettamente all’identikit: infatti Napolitano, che dovrebbe garantire un minimo di decenza costituzionale, tace e acconsente. Monita solo perchè facciano presto, non perchè scelgano figure indipendenti.

read more »

martedì 29 aprile 2014

Berlusconi “Grillo? Come Hitler e Stalin”

S. Berlusconi

S. Berlusconi

“Il desiderio della sinistra è di arrivare con questo governo e questa legislatura al 2018, io invece penso che purtroppo le cose per la nostra economia non andranno bene e bisognerà tornare a votare tra un anno, un anno e mezzo”. Lo dice Silvio Berlusconi, ospite di “Mattino 5″

“L’attuale situazione è lontana da tutte le regole democratiche, purtroppo in Italia noi abbiamo avuto 4 colpi di stato. Un colpo di stato si ha quando un governo viene mandato a casa e c Cancelli il nome democrazia e parliamo dell’attuale situazione che è lontana da tutte le regole democratiche, purtroppo in Italia noi abbiamo avuto 4 colpi di stato. Un colpo di stato si ha quando un governo viene mandato a casa e ce n’è un altro che non passa dalla urne”, ha continuato Berlusconi.

read more »

giovedì 10 aprile 2014

Giarrusso: “Renzi ha affossato la lotta alla mafia, è peggio di Gelli”


video di Marco Aquilani

Il Senatore Mario Michele Giarrusso del Movimento 5 Stelle a La Zanzara (Radio24) dell’ 8 aprile 2014,

read more »

sabato 25 maggio 2013

Flores D’Arcais: “Berlusconi sputa e orina sulla Costituzione”

Paolo Flores D’Arcais, filosofo-scrittore-direttore di Micromega dal Fatto Quotidiano

“Berlusconi ieri oltraggia la memoria di Falcone e Borsellino facendo proporre l’abrogazione di fatto del “concorso esterno in associazione mafiosa” (dimezzamento delle pene e dunque impossibilità di intercettazioni e arresto). L’altro ieri, nel comizio di Brescia, aveva sputato sulla Costituzione repubblicana e orinato (è il meno che si possa dire, visto il linguaggio che usa contro i giudici) sul principio che sorregge tutte le costituzioni liberal-democratiche da due secoli e mezzo: l’autonomia della magistratura”. 

read more »

domenica 17 febbraio 2013

Bisio: “Finché ci sono loro il Paese non cambia, siamo noi i mandanti. Se li guardi bene, i politici italiani, sono gli italiani”

“Quello che mi ha fregato e’ stato Benigni: inno di Mameli, Costituzione, ha alzato troppo il livello. Io che ho letto solo Topolino”

read more »

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
lunedì 13 agosto 2012

Formigoni e Maroni non se le mandano a dire su facebook

Così rispondo al post di Maroni su Facebook: a me invece non interessa ripercorrere vecchie strade secessioniste o di partito bocciate dalla storia. La macroregione che la Lombardia sta per promuovere è un progetto nuovo, istituzionale, di fortissima autonomia nel quadro di un’Italia finalmente federale. La nostra proposta è pronta: a settembre la illustrerò ai colleghi governatori. Assieme a chi ci sta metteremo in comune competenze e buone pratiche che ci renderanno più forti in Europa e più competitivi nel mondo. E il Governo sarà chiamato a rispettare l’articolo 116 della Costituzione che ci attribuisce nuovi forti poteri. Non è obbligatorio per nessun partito dire di sì, anzi. Questa volta la spinta ci verrà dalla gente.

Questo il post sul social network del governatore della Lombardia in risposta a quelli del segretario della Lega Nord Roberto Maroni.

read more »

martedì 28 febbraio 2012

Costituzione Italiana: DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

I

Con l’entrata in vigore della Costituzione il Capo provvisorio dello Stato esercita le attribuzioni di Presidente della Repubblica e ne assume il titolo.

II

Se alla data della elezione del Presidente della Repubblica non sono costituiti tutti i Consigli regionali, partecipano alla elezione soltanto i componenti delle due Camere.

III

Per la prima composizione del Senato della Repubblica sono nominati senatori, con decreto del Presidente della Repubblica, i deputati dell’Assemblea Costituente che posseggono i requisiti di legge per essere senatori e che:

sono stati presidenti del Consiglio dei Ministri o di Assemblee legislative;

hanno fatto parte del disciolto Senato;

hanno avuto almeno tre elezioni, compresa quella all’Assemblea Costituente;

sono stati dichiarati decaduti nella seduta della Camera dei deputati del 9 novembre 1926;

hanno scontato la pena della reclusione non inferiore a cinque anni in seguito a condanna del tribunale speciale fascista per la difesa dello Stato.

Sono nominati altresì senatori, con decreto del Presidente della Repubblica, i membri del disciolto Senato che hanno fatto parte della Consulta Nazionale.

Al diritto di essere nominati senatori si può rinunciare prima della firma del decreto di nomina. L’accettazione della candidatura alle elezioni politiche implica rinuncia al diritto di nomina a senatore.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: