Archive for ‘Stefano Rodotà’

venerdì 4 aprile 2014

La storia di Rodotà che nel 1985 voleva abolire il Senato e oggi firma appelli contro

Oggi Stefano Rodotà si scaglia contro la riforma costituzionale proposta da Matteo Renzi.

proposta-legge-rodota-318030

read more »

sabato 17 agosto 2013

Rodotà: “Nessuno spiraglio per grazia a Berlusconi”

Stefano Rodotà, intervistato da Radio Capital, così commenta la nota del presidente della Repubblica sull’agibilità politica di Silvio Berlusconi.

read more »

domenica 4 agosto 2013

Rodotà “È il momento di unire le forze dei movimenti”

Intervista a Stefano Rodotà, dal manifesto di oggi: «È il momento di unire le forze dei movimenti»

La grazia a Berlusconi? «Inaccettabile. Anche perché sarebbe come fare di Napolitano una sorta di super-Cassazione che elimina tutti gli effetti della condanna».

Intervista al giurista Stefano Rodotà che parla di «rischio istituzionale e costituzionale che non va corso». È un momento delicato questo per il Paese, dice Rodotà, che richiederebbe un po’ di «coraggio e lungimiranza politica» da parte dei partiti. «Subito la riforma della legge elettorale, e poi il voto», auspica. E nel frattempo, «insieme ad altri», sta pensando a un modo di «unire le forze di quei soggetti civili, politici e sociali» tornati da tempo protagonisti e che ora «non possono più essere trascurati».

read more »

venerdì 12 luglio 2013

Marzo 2013, Finta Hack a Rodotà: “M5s sprovveduti”. Lui: “Hai ragione”

Guarda il video

Era il 20 marzo, nel clou delle consultazioni al Quirinale:

Giuseppe Cruciani e David Parenzo, conduttori dell trasmissione radiofonica “La Zanzara”, in onda su Radio 24, decisero di fare uno scherzo telefonico a Stefano Rodotà.

Come raccontano, in esclusiva, nel libro “Cattivissimi Noi”,

read more »

lunedì 22 aprile 2013

Stefano Rodotà: “Mi ha chiamato Prodi. Bersani non s’è degnato”

Stefano Rodotà: “Mi ha chiamato Prodi. Bersani non s’è degnato” (Silvia Truzzi).

Succede, purtroppo, di dover disturbare la domenica di un signore come Stefano Rodotà per chiedergli di rispondere ad alcune miserie che sono state scritte sul suo conto in questi giorni di Romanzo Quirinale. Lo si fa con un certo imbarazzo: non solo considerando la sua persona, ma anche tutti gli altri. Tutti quelli che in questi giorni lo hanno riconosciuto come simbolo del rinnovamento.

Professore, si è scritto che per la seconda volta lei e Napolitano vi siete trovati a essere rivali per una presidenza. Ci racconta come andarono le cose nel ’92?

Su quella vicenda non sono mai tornato. E, chiariamo subito, non ha mai provocato frizioni tra me e Giorgio Napolitano: io le questioni politiche non le mescolo con quelle personali. Dopo l’elezione di Scalfaro alla Presidenza della Repubblica, Napolitano fu eletto presidente della Camera. In precedenza ero stato designato dal Pds come candidato alla presidenza di Montecitorio, di cui ero vice-presidente. Sono stato impallinato in parte dai franchi tiratori del Pds e soprattutto dal veto di Craxi. Ebbi un incontro con Napolitano, perché i vertici del partito ben si guardavano dal fare chiarezza.

read more »

lunedì 22 aprile 2013

Rodotà su Beppe Grillo e il MoVimento 5 Stelle, e accusa il Pd per il mancato sostegno nella corsa al Colle

Nuova lettera di Stefano Rodotà inviata a Repubblica stamattina:

Incostituzionale il Movimento 5Stelle? Ma, se vogliamo fare l’esame del sangue di costituzionalità, dobbiamo partire dai partiti che saranno nell’imminente governo o maggioranza.

Che dire della Lega, con le minacce di secessione, di valligiani armati, di usi impropri della bandiera, con il rifiuto della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, con le sue concrete politiche razziste e omofobe? È folklore o agire in sé incostituzionale?

E tutto quello che ha documentato Repubblica nel corso di tanti anni sull’intrinseca e istituzionale incostituzionalità dell’agire dei diversi partiti berlusconiani? Di chi è la responsabilità del nostro andare a votare con una legge elettorale viziata di incostituzionalità, come ci ha appena ricordato lo stesso presidente della Corte costituzionale? Le dichiarazioni di appartenenti al Movimento 5Stelle non si sono mai tradotte in atti che possano essere ritenuti incostituzionali, e il loro essere nel luogo costituzionale per eccellenza, il Parlamento, e il confronto e la dialettica che ciò comporta, dovrebbero essere da tutti considerati con serietà nella ardua fase di transizione politica e istituzionale che stiamo vivendo.

read more »

domenica 21 aprile 2013

2012, cosa diceva Rodotà “Grillo è figlio di tutto quello che non è stato fatto: la perdita di attenzione per le persone, la corruzione, la chiusura oligarchica”

Cosa pensa di Beppe Grillo?

Grillo è figlio di tutto quello che non è stato fatto: la perdita di attenzione per le persone, la corruzione, la chiusura oligarchica. Gli ultimi due Parlamenti li avranno scelti al massimo 20 persone. In questo clima, ci dobbiamo aspettare fenomeni alla Grillo. Anzi, può darsi che ne vengano fuori altri, anche più pericolosi. Il fatto è che il populismo berlusconiano non è stato letto con la dovuta attenzione critica dalla sinistra. Ricordo bene cosa si diceva dopo la vittoria del 1994: Berlusconi ha fatto sognare, noi no. Altan, il più grande commentatore politico che ci sia in questo momento, ha disegnato uno dei suoi personaggi che diceva: «Non fatemi sognare, svegliatemi».

read more »

domenica 21 aprile 2013

Fassina: “Chi ha votato per il Presidente Napolitano rappresenta circa 23 milioni di cittadini italiani. Chi voleva Stefano Rodotà ne rappresenta circa 9 milioni”

Ieri sera, all’uscita dalla Camera, dopo aver votato con convinzione Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica, sono stato pesantemente criticato da tante persone.

Gli insulti meno gravi sono stati “traditore”, “buffone”, “venduto”.

È davvero triste e estremamente preoccupante per la nostra democrazia dover essere scortato dalla polizia per evitare situazioni più gravi, dopo aver votato per un Presidente della Repubblica come Giorgio Napolitano. Dove siamo arrivati? Sono inaccettabili le affermazioni di Beppe Grillo che ha definito “golpe” l’elezione avvenuta alla Camera.

read more »

domenica 21 aprile 2013

Le reazioni dei politici alla rielezione di Napolitano

casini
Grazie a Napolitano questa vicenda è finita nel modo migliore, con un Presidente che non divide gli italiani e supera il clima di contrapposizione e di odio che si vuole creare. Il Presidente non perderà tempo e non farà melina. Ciascuno si dovrà assumere le proprie responsabilità.

read more »

domenica 21 aprile 2013

3 giugno 1992: ‘Sì a Napolitano, sgambetto a Rodotà’

3 marzo 1992
“Sì a Napolitano, sgambetto a Rodotà

E’ il titolo di un articolo pubblicato dal quotidiano La Stampa il 3 giugno 1992. Giorno dell’elezione di Napolitano a presidente della Camera.

read more »

domenica 21 aprile 2013

Fassino su Rodotà: “Marchiato da Grillo, impossibile votarlo”

Il video
(16) piero ricca_20130421-104810

read more »

sabato 20 aprile 2013

Vendola: “Se il Pd non converge su Rodotà Presidente della Repubblica, andrà incontro a un suicidio perfetto”

Facebook_20130420-123819

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: