Archive for ‘Gli scheletri del Pd’

domenica 12 luglio 2015

Segretario di Rifondazione comunista di Rimini: “Ma non è ora che impicchino i due marò?”, poi si dimette

marò

Paolo Pantaleoni segretario di Rifondazione Comunista di Rimini su Facebook ha scritto sul suo profilo: “Ma non è ora che impicchino i due marò?

“Vergogna; parole imbarazzanti; è uno schifo” sono alcuni dei commenti che ne sono seguiti.

“Impiccate i marò”, Latorre replica a post del segretario Prc Rimini

read more »

lunedì 20 gennaio 2014

Pezzopane (Pd) contro il centrodestra “Uniamoci e sterminiamoli tutti”

Stefania Pezzopane, senatrice Pd ed ex-presidente della Provincia dell’Aquila, (politica professionista di lungo corso in tutta la trafila dal Pci al Pd) “Uniamoci e sterminiamoli tutti” quello che suona invece come un invito alla guerra al centro destra

Ora Chiodi si è allungato anche il mandato per sei mesi. Io faccio un appello al centrosinistra: uniamoci e sterminiamoli, uniamoci e sterminiamoli, uniamoci forti e fermiamoli, abbiamo bisogno di ricostruire la città

Una frase da brividi (a dato conto Il Centro, quotidiano abruzzese) gridata durante la manifestazione a sostegno di Massimo Cialente, sindaco dimissionario dell’Aquila, costretto alle dimissioni per gli scandali sulla ricostruzione che lo hanno sfiorato, al quale i dimostranti chiedono di ritirare la lettera d’addio.

E la senatrice pd risponde con un “mi piace” alla la foto di Berlusconi sanguinante dopo il lancio della statuetta in piazza Duomo a Milano

read more »

domenica 20 ottobre 2013

L’assessore Pd “Ci vorrebbe Mussolini”

Civitanova Marche, 19 ottobre 2013

Boccia le Marche, si pente di aver votato a sinistra e elogia Mussolini. L’outing su Facebook dell’assessore ai servizi sociali, Antonella Sglavo assessore del Pd in un Comune delle Marche, Civitanova

“Non voterò mai più a sinistra nella mia vita. Benito lo diceva molti nemici molto onore, aveva ragione, ci vorrebbe”

“Credo che la peggiore umanità sia al centro Italia – ha scritto – Vivo nelle Marche e qui hanno difetti sia del nord che del sud”.

E scoppia il caso, con l’opposizione che invoca le dimissioni dell’assessore.

Consigliere regionale Forza Italia pubblica su Fb fotomontaggio di Mussolini con insulti a Kyenge e Boldrini “Gli italiani muoiono di fame, andate a…”

read more »

sabato 17 agosto 2013

Come i giornali vedono “il paradosso” ‘sinbayeva, per me possono anche prenderti e stuprarti’

Il post (n.d.r. paradosso definito così dallo stesso Piras) Presidente Forum Regionale PD sui Diritti e il paradosso: “sinbayeva, per me possono anche prenderti e stuprarti in piazza”

La Concia che ha chiesto immediatamente a Epifani provvedimenti annuncia le dimissioni
anna paola concia (annapaolaconcia) su Twitter_20130817-115155  La Repubblicala repubblica

read more »

venerdì 16 agosto 2013

Presidente Forum Regionale PD sui Diritti: “sinbayeva, per me possono anche prenderti e stuprarti in piazza”, si è dimesso

Gianluigi Piras_20130816-203334

Isinbayeva, per me possono anche prenderti e stuprarti in piazza. Poi magari domani ci ripenso. Magari mi fraintendono.

gianluigi piras, consulente in comunicazione. Art e manager director. Consigliere comunale. Coordinamento regionale Anci Giovane, Presidente Forum Regionale PD sui Diritti.

read more »

mercoledì 30 gennaio 2013

Lombardia, indagati per i rimborsi regionali una ventina di consiglieri dell’opposizione. Formigoni “Ambrosoli aveva giurato di non volere indagati in lista…Che farà il grande avvocato?”

Una ventina di consiglieri dell’opposizione alla Regione Lombardia, tra cui esponenti del Pd e dell’Idv, sono indagati per peculato nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo e dai pm Paolo Filippini e Antonio D’Alessio.

read more »

giovedì 15 novembre 2012

‘Ndrangheta, arrestati 2 consiglieri provinciali del Pd

Due consiglieri della Provincia di Cosenza sono stati arrestati: Umberto Bernaudo e Pietro Paolo Ruffolo, entrambi del Partito Democratico sono stati arrestati nell’ambito delle indagini condotte dai carabinieri di Cosenza e dalla Dia di Catanzaro, nell’operazione denominata Terminator.

I due sono accusati di ingerenza clientelare nella gestione di una società di servizi del Comune di Rende con un boss della ‘ndrangheta. L’operazione è stata condotta da Dia e carabinieri. Per i due esponenti del Partito democratico, sono stati disposti gli arresti domiciliari.

I fatti si riferiscono alle elezioni provinciali del 2009. Un terzo provvedimento restrittivo è stato notificato in carcere al presunto boss della ‘ndrangheta di Cosenza, Michele Di Puppo.

read more »

sabato 27 ottobre 2012

Il portavoce di Zingaretti e un amico: “Chelsea-Juve? Speriamo nell’incidente aereo…sopra Formello”

Il portavoce di Nicola ZingarettiAndrea Cappelli, in arte Kappand (il nickname del portavoce su Twitter), si è “limitato” ad un solo scambio di battute con un suo amico, Franco Pasqualetti.

Il 19 settembre scorso, dopo la partita tra Juventus e Chelsea, Kappand, tifoso romanista dichiarato, scrive sul social network: “C’è rimasto da sperà nell’incidente aereo” riferendosi al viaggio di rientro dei bianconeri. Subito dopo il suo amico Franco Pasqualetti rincara la dose: “Magari sopra Formello”. E Kappand di nuovo: “Magara”.

read more »

sabato 27 ottobre 2012

10 ottobre 2008 Cofferati: “Il problema non è Bruxelles e nemmeno Roma: se andassi, potreste dire che sono un ciarlatano” – Giugno 2009 eletto parlamentare europeo

10 ottobre 2008

Edesso? Farà l’eurodeputato e invierà cartoline da Bruxelles? «Il problema non è Bruxelles e nemmeno Roma: se andassi, potreste dire che sono un ciarlatano». Cofferati naturalmente finirà il suo mandato e si mette «a disposizione del partito per qualunque attività compatibile con quella di padre». Solo una volta il sindaco di Bologna perde l’ aplomb, quando gli chiedono se non sente il dovere di chiedere scusa ai bolognesi. «E di che cosa? – ribatte ad una cronista – io ho onorato gli impegni con gli elettori. Resterò fino alla fine la mia non è una resa, né una fuga. E’ lei piuttosto che dovrebbe chiedere scusa a me».

read more »

mercoledì 24 ottobre 2012

Segretaria di Bersani indagata per truffa

Zoia Veronesi, storica segretaria di Pier Luigi Bersani, e’ indagata alla Procura di Bologna per truffa aggravata ai danni della Regione Emilia-Romagna. A mettere in moto l’inchiesta fu nel 2010 un esposto del deputato Enzo Raisi, in cui si ipotizzava la creazione di un incarico appositamente per lei da parte della Regione per cui lavorava (da tempo e’ dipendente del Pd), che le consentisse di continuare a seguire a Roma l’attivita’ del segretario Pd ed ex presidente della Regione.

read more »

mercoledì 24 ottobre 2012

Mian, azionista di riferimento dell’Unità: «Le quote dell’Unità? Le ho comprate con soldi rientrati in Italia con un regolare e legale scudo fiscale»

Maurizio Mian editore dell’Unità, milionario in vacanza a Miami che inneggia alla promiscuità per raggiungere la felicità.

«Le quote dell’Unità? Le ho comprate con soldi rientrati in Italia con un regolare e legale scudo fiscale, che appartengono al mio cane, Gunther V».

Parola di Maurizio Mian, erede di una dinastia di imprenditori farmaceutici.

Cosa che Mian ha riaffermato anche ieri ospite in collegamento telefonico a Radio 24  a la trasmissione La Zanzara.

Si parla di un fondo di 200 milioni di euro di cui il cane, Gunther, era intestatario, che stavano nel Lichtenstein.

«Sì, un tempo erano nel Lichtenstein e alle Bahamas (io stesso ero residente alle Bahamas). Ma poi mia madre ha rimpatriato tutto, tutti i soldi con lo scudo. E anch’io ho preso la residenza in Italia».

read more »

domenica 21 ottobre 2012

Arrestato consigliere comunale del Pd per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La famiglia: “Diversamente da quanto diffuso non è in carcere, non spacciava stupefacenti, né ha fatto del male a nessuno”

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Questa l’accusa che è costata gli arresti domiciliari a Leonardo Simoni, consigliere comunale (Pd) e presidente della Commissione bilancio del Comune di Montevarchi.

Scrive la famiglia del consigliere: “Leonardo è a casa. Diversamente da quanto diffuso non è in carcere, non spacciava stupefacenti, né ha fatto del male a nessuno. Diversamente da quanto riferisce la cronaca quotidiana riguardo ad altri esponenti politici, Leonardo non si è dimesso da tutti i suoi incarichi e responsabilità per aver recato danno alla comunità, ma per problemi personali. Le indagini sono in corso. Siamo fiduciosi che la magistratura, quando le indagini saranno concluse, saprà accertare la verità.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: