Archive for ‘Marco Travaglio’

sabato 25 ottobre 2014

Travaglio: ‘La verità è che giovedì scorso mi sono incazzato per davvero’

image

Cari amici, martedì quando ho deciso, dopo tre giorni di riflessioni, di colloqui con vari amici e di lettura dei vostri commenti, di riprovarci con Servizio Pubblico, sapevo benissimo che avrei comunque scontentato molti di voi. Se tornavo, chi non voleva che tornassi avrebbe detto che l’ho fatto per contratto (nessun contratto mi impone di stare dove non voglio stare o di pagare penali se non ci sto) o per soldi (come se ci fosse qualcosa di strano o riprovevole  nell’essere retribuiti per il proprio lavoro) o perché era tutta una sceneggiata (spiacente, ma non riesco proprio a incazzarmi, e neppure a placarmi a comando, tipo foca ammaestrata).

“ancora dieci secondi, e avrei confessato che l’alluvione l’ho fatta io. Il fango c’est moi”, l’editoriale di Marco Travaglio

Santoro cazzia Travaglio “Non si insultano le persone, basta” che se ne va stizzito “questo è matto”

read more »

sabato 18 ottobre 2014

“ancora dieci secondi, e avrei confessato che l’alluvione l’ho fatta io. Il fango c’est moi”, l’editoriale di Marco Travaglio

travaglio-berlusconiMi scuso. Mi scuso anzitutto con il supremo governatore Claudio Burlando per aver proditoriamente insinuato che il politico più potente di Genova e della Liguria da 30 anni sia lui, mentre tutti sanno che sono io.

Mi scuso per aver affermato che è stato, nell’ordine: assessore, vicesindaco e sindaco di Genova, poi ministro dei Trasporti, infine governatore della Liguria, mentre avrei dovuto ammettere che tutte quelle cariche le ho ricoperte io.

read more »

venerdì 17 ottobre 2014

Santoro cazzia Travaglio “Non si insultano le persone, basta” che se ne va stizzito “questo è matto”


video di megatrav

Marco Travaglio ha interrotto così il governatore della Regione Liguria Claudio Burlando durante un acceso dibattito sulle responsabilità dell’alluvione di Genova, a Servizio Pubblico di ieri sera.

Risponda lei delle porcate che ha fatto in 30 anni”. Michele Santoro interviene bacchettando Travaglio: “Marco, questo è un luogo di discussione, non si insultano le persone, basta”. A questo punto un Marco Travaglio stizzito lascia lo studio.

read more »

giovedì 9 ottobre 2014

Travaglio vs Moggi ‘io ero juventino già quando lui ingaggiava le mignotte per gli arbitri Uefa del Torino’

image

Nuova puntata sul dopo Juventus-Roma questa volta è Marco Travaglio a rispondere su facebook alle parole di Luciano Moggi rilasciate a La Zanzara.

read more »

mercoledì 8 ottobre 2014

Travaglio: “Juve-Roma una rapina, chi mi insulta lobotomizzato”

image

1) Essendo questa la mia pagina Facebook, decido io quello che ci voglio scrivere. Chi non è interessato o eventualmente si irrita perché non scrivo quello che vuole lui può accomodarsi serenamente da qualche altra parte (se, se eventualmente vuole qualche consiglio sulla destinazione, non ha che da chiedere).

 

– Juventus-Roma –

Travaglio: “Juve-Roma una rapina, chi mi insulta lobotomizzato”

Travaglio: “Andrea Agnelli? Ha superato anche Moggi”

Moggi a Travaglio: ‘Ruberà lui, non io”

Taormina: “Denunceremo Rocchi. Bisognerebbe prendere un mitra”

Travaglio: “Andrea Agnelli? Ha superato anche Moggi”

 

read more »

lunedì 6 ottobre 2014

Travaglio: “Andrea Agnelli? Ha superato anche Moggi”

Video di I piu’ visti

Marco Travaglio, giornalista, tifoso della Juventus (o meglio preciserei ex-simpatizzante prima deii tempi di Moggi), ospite su Rai Radio2, a ‘Un Giorno da Pecora’.
“Ho visto la partita e devo dire, da juventino, che non mi vergognavo così tanto dai tempi di Luciano Moggi. A me piace vincere, ma non rubando”.

– Juventus-Roma –

Travaglio: “Andrea Agnelli? Ha superato anche Moggi”

Moggi a Travaglio: ‘Ruberà lui, non io”

Taormina: “Denunceremo Rocchi. Bisognerebbe prendere un mitra”

Travaglio: “Andrea Agnelli? Ha superato anche Moggi”

read more »

venerdì 26 settembre 2014

È innocente, ma deve dimettersi, l’editoriale di Travaglio su De Magistris

index

Dopo la condanna in primo grado per abuso
d’ufficio a 1 anno e 3 mesi, Luigi De Magistris
deve lasciare la carica di sindaco di Napoli. Perché
è giusto così e perché la legge Severino stabilisce la
sospensione senza possibilità di scappatoie (che
sarebbe anche poco decoroso imboccare, magari
in attesa che il prefetto lo iberni fino all’eventuale
assoluzione d’appello). Sono decine i consiglieri
regionali, provinciali e comunali sospesi o rimossi
per una condanna in primo grado o per una misura
cautelare.

De Magistris: “Sono profondamente addolorato per aver ricevuto una condanna per fatti insussistenti”

read more »

martedì 16 settembre 2014

“I Cesaroni” l’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano

fatto1-300x243

Ma questi analfabeti lo sanno cosa sono la Corte costituzionale e il Csm? A giudicare dai personaggi squalificati che vogliono mandarci e dal silenzio che avvolge i loro curricula, si direbbe di no. Ma, a giudicare dalla pervicacia con cui insistono per quei nomi, a costo di paralizzare da quattro mesi il Parlamento, si direbbe di sì. Il Partito Unico Renzusconi sa benissimo che la Consulta, pur già inquinata da vecchi politicanti, potrebbe ancora dare fastidio per la presenza di personalità indipendenti, che vanno al più presto rimpiazzate con uomini di stretta obbedienza. Sennò le loro leggi incostituzionali (tipo l’Italicum) vengono di nuovo bocciate. I nomi di Violante, participio presente per tutte le stagioni, e Donato Bruno, membro della grande famiglia dei Cesaroni (è amico di Previti) e padre di un giovanotto inquisito per le baby squillo dei Parioli, rispondono perfettamente all’identikit: infatti Napolitano, che dovrebbe garantire un minimo di decenza costituzionale, tace e acconsente. Monita solo perchè facciano presto, non perchè scelgano figure indipendenti.

read more »

domenica 14 settembre 2014

“LA BANDA LARGA” Dal Vangelo secondo Matteo…. l’editoriale di Marco Travaglio

 

renzi-selfie1

Dal Vangelo secondo Matteo, che esce ogni giorno a edicole unificate sotto varie testate, si apprende che Renzi ha impresso al centrosinistra una poderosa “svolta” ( Repubblica e Corriere : paghi due, prendi uno), un “cambio di stagione”, una “mutazione genetica”, una “metamorfosi” ( Repubblica ) anche in materia di giustizia: prima era “giustizialista”, ora è “garantista” ( Corriere ) anzi “postgiustizialista” ( Repubblica ); prima tifava giudici, adesso non più, in nome del “primato della politica” ( Repubblica e Corriere ) e grazie alla “fine del berlusconismo” da cui Renzi ha “liberato il paese” ( Repubblica ). Vivi applausi dalla base, che apprezza la sua “posizione coraggiosa” ( Corriere ) e ha già da tempo “atteso e metabolizzato la svolta come un ritorno alla normalità, come il desiderio di emanciparsi da un complesso di colpa o di inferiorità” e “liberarsi da un atteggiamento caudatario nei confronti della magistratura” ( Repubblica ). Ecco dunque le grandi novità del neogarantismo pidino: l’elogio del condannato Errani e dell’indagato Descalzi, la difesa dell’inquisito Bonaccini, la promozione a sottosegretari degl’indagati Barracciu, De Filippo, Del Basso de Caro e Bubbico, e soprattutto l’”offensiva riformista del premier sulla giustizia” ( Corriere ), cioè “le riforme promosse senza consultare l’Anm” ( Repubblica ). Insomma, “dai tempi di Mani Pulite a oggi mai si era assistito a uno scontro così duro e aperto tra un leader del centrosinistra e il potere giudiziario” ( Repubblica ).

read more »

giovedì 11 settembre 2014

“Teste di Legnini”, l’editoriale di Marco Travaglio

Figurarsi ora che è ancora vivo e vegeto, anche se momentaneamente ristretto ai servizi sociali. Forse non tornerà più a Palazzo Chigi, ma chi sta meglio di lui? Al governo c’è il suo pupillo, fra l’altro suo fervente ammiratore, che gliele dà tutte vinte e riesce a fare anche quello che a lui non riuscì, meglio di come l’avrebbe fatto lui, nel silenzio tombale di chi strillerebbe se a farlo fosse lui. Non gli resta che assistere compiaciuto allo spettacolo dalle finestre di Cesano Boscone, senza neppure pagare il prezzo di logoramento che consuma chi governa. Tanto il governo sta in piedi grazie a lui, ma lui formalmente è all’opposizione, anche se vota sempre con la maggioranza. Comanda per interposto Renzi. Geniale. Prendete quel che è successo ieri: dopo mesi di fumate nere, il partito unico renziano Pd & FI & frattaglie varie ha deciso che il vicepresidente del Csm sarà Giovanni Legnini, 55 anni, in politica da 38, avvocato e docente in aspettativa, ex Pci, ex Pds, ex Ds, ora Pd, già sindaco di Roccamontepiano (Chieti), senatore dal 2004, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Letta e all’Economia nel governo Renzi.

read more »

martedì 9 settembre 2014

Travaglio contro Moretti “Non avete reintrodotto il Falso in Bilancio, non è reato come ai tempi di Berlusconi”


video di 884c25TV

Scontro nella puntata di In Onda nella trasmissione di Lilli Gruber di ieri tra Marco Travaglio e Alessandra Moretti.

Moretti: “Abbiamo reintrodotto il falso in bilancio!”.

read more »

martedì 9 settembre 2014

“Caselli, Sabina e la Trattativa” l’editoriale di Marco Travaglio

Come se il contrasto fra Sabina e Caselli potesse inficiare un fatto storico gravissimo che i negazionisti alla vaccinara seguitano a gabellare per “eventuale, problematico, immaginato”, addirittura “fiction” solo perché finalmente è diventato un film. La polemica è nata dalla proiezione di alcuni frammenti del film alla festa del Fatto. Uno ritrae Caselli che, nel giorno del suo insediamento alla Procura di Palermo e della cattura di Totò Riina da parte del Ros, il 15 gennaio 1993, ordina ai carabinieri di perquisire il covo dove il boss latitava, e poco dopo li blocca revocando quell’ordine su richiesta di Sergio De Caprio, il “capitano Ultimo” artefice del clamoroso arresto. Come andarono le cose quel giorno è documentato da una sentenza definitiva: quella del Tribunale di Palermo che assolve Ultimo e il suo capo Mario Mori dall’accusa di favoreggiamento alla mafia perché “il fatto non costituisce reato”.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: