Archive for ‘Ingroia (Az. Civ.)’

domenica 6 aprile 2014

Ingroia: “Messaggi Riina rivolti a Berlusconi. Per anni mafiosi hanno votato in massa Silvio”


fonte video klauscondicio

read more »

sabato 22 febbraio 2014

Sgarbi replica all’ex Pm Ingroia «Dimostri che le intercettazioni non contengono ciò che ho affermato»

Ricevo e pubblico dall’ufficio stampa di Vittorio Sgarbi il seguente comunicato stampa:

La querelle sul contenuto delle intercettazioni

 telefoniche tra Mancino e Napolitano

Sgarbi replica all’ex Pm Ingroia

«Dimostri che le intercettazioni

non contengono ciò che ho affermato»

«Se le intercettazioni son state distrutte,

la sua affermazione vale quanto la mia»

 

 

ROMA – Vittorio Sgarbi replica all’ex Pm Antonio Ingroia che ieri da Trapani (dove è andato a ricoprire il ruolo di Commissario Straordinario alla Provincia Regionale, in aggiunta a quello della società «Sicilia e-servizi», cumulando le indennità) ha minacciato di querelarlo per le affermazioni riguardanti il contenuto delle intercettazioni telefoniche tra Mancino e Napolitano fatte nel corso della trasmissione radiofonica «La Zanzara».

Sgarbi: ‘Telefonata Mancino-Napolitano? L’ho sentita, il presidente insulta Ingroia’

read more »

venerdì 21 febbraio 2014

Sgarbi: ‘Telefonata Mancino-Napolitano? L’ho sentita, il presidente insulta Ingroia’

videoMarco Aquilani

Vittorio Sgarbi ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24

“Io sono l’unico, o uno tra i pochissimi, che ha sentito le telefonate tra Mancino e Napolitano. E il capo dello Stato dà della ‘testa di cazzo’ e dello ‘stronzo’ ad Antonino Ingroia”.

read more »

domenica 22 settembre 2013

Ingroia “Il presidente della Repubblica non può permettersi, di delegittimare il lavoro di pm e giudici in nome della governabilità “

ORA BASTA

Il presidente Napolitano ha chiesto alla magistratura di avere un maggiore senso del limite. Cosa significa senso del limite? Non indagare se un pm ha una notizia di reato che riguarda qualche politico? Non indagare perché c’è una ragion di stato superiore e non può cadere il governo delle larghe intese? Non indagare e lasciare che il politico di turno possa corrompere, evadere, trattare con i criminali (e che criminali!)?

read more »

giovedì 20 giugno 2013

Sgarbi contro Ingroia: “La sua è una diserzione”

L’annunciata «decadenza dal servizio»

del Pubblico Ministero palermitano

Sgarbi su Ingroia:

«La sua è una diserzione»

«I carabinieri Mori e Obinu vengono insultati

da un dilettante decadente che ha umiliato la magistratura

 e non ha il coraggio di uscirne volontariamente»

 

ROMA – Vittorio Sgarbi commenta la decisione di Antonio Ingroia, Pm ad Aosta, di lasciare la magistratura non tramite le dimissioni (come annunciato nei giorni scorsi) ma per «decadenza dal servizio».

read more »

domenica 16 giugno 2013

Il Tartufo Superiore, l’editoriale di Travaglio a difesa di Ingroia

Brindisi, festeggiamenti, carnevali di Rio, hip-hip-hurrà: Antonio Ingroia lascia la magistratura. Fuori un altro pm bravo, un rompipalle in meno. Metti che, dopo Dell’Utri, Contrada e centinaia di mafiosi, facesse condannare qualcun altro disturbando le larghe intese con processi divisivi. A onore di Cosa Nostra, va detto che l’esultanza dei picciotti è stata molto più contenuta di quella di certi magistrati e del Csm. “Ingroia lascia la politica? Ce ne faremo una ragione”, ha commentato entusiasta Michele Vietti, per anni compagno di partito di Totò Cuffaro, dunque vicepresidente del fu autogoverno dei giudici. Incontenibile il giubilo di Vittorio Borraccetti, celebre per inchieste trionfali tipo Unabomber, dunque leader di Magistratura democratica e membro del Csm: “Ingroia ha danneggiato la magistratura e la credibilità di quello che ha fatto prima” e le sue accuse al Csm di averlo messo sotto tiro per le sue indagini è “inaccettabile: nessuno l’ha punito né ha ostacolato l’indagine sulla trattativa”.

read more »

domenica 26 maggio 2013

Mara Carfagna: “Le sentenze si rispettano: Antonio Ingroia vada a lavorare”

Mara Carfagna (mara_carfagna) su Twitter_20130526-133719

Le sentenze si rispettano: @AntonioIngroia vada a lavorare.

read more »

lunedì 20 maggio 2013

Daniela Santanchè “Il Csm deve processare Ingroia”

Daniela Santanchè, deputata del Pdl, commenta così la partecipazione di Antonio Ingroia sabato alla manifestazione della Fiom di Roma in una intervista rilascia a Il Giornale.

“Trovo che il fatto che un magistrato in ruolo anche se in ferie partecipi a una manifestazione con le bandiere di partito organizzata apertamente contro una parte politica e contro un governo sia scandaloso” questa l’opinione della passionaria del Popolo delle Lobertà.

E chiede al Csm di aprire una procedura contro l’ex procuratore di Palermo, oggi in carico alla Procura di Aosta. “Se il Csm non farà nulla sarà preoccupante”

read more »

lunedì 20 maggio 2013

Santanché (Pdl) diceva: “Ingroia in Parlamento mi fa schifo, meglio Cosentino”

Gennaio 2013

read more »

giovedì 9 maggio 2013

Ingroia: “Prendo 5 mila euro netti al mese per non lavorare”

L’ex candidato premier di Rivoluzione Civile Antonio Ingroia a La Zanzara su Radio 24. “Prendo circa 5mila euro netti senza indennità, li prendo da un mese e mezzo, senza lavorare perchè sono in attesa di essere ricollocato”.

Attesa che deriva anche dal fatto che Ingroia che ha fatto ricorso al Tar contro la decisione del Csm di ricollocarlo ad Aosta.

Il pm prestato alla politica torna poi sul “niet” che sempre il Csm ha opposto al ruolo di “sceriffo delle tasse” che il governatore Rosario Crocetta gli aveva proposto in Sicilia “Se il Csm avesse detto sì a Crocetta  avrei preso la metà dei soldi e avrei fatto risparmiare lo Stato. Io voglio lavorare, la mia situazione è simile a quella di altri magistrati”.

read more »

giovedì 2 maggio 2013

Ingroia: si è conclusa l’esperienza di Rivoluzione civile

“I soggetti che hanno dato vita a Rivoluzione Civile hanno deciso all’unanimità di considerare conclusa questa esperienza”. Lo rendono noto in una nota congiunta Antonio Ingroia (Azione Civile), Angelo Bonelli (Verdi), Luigi De Magistris (Movimento Arancione), Oliviero Diliberto (Pdci), Antonio Di Pietro (Idv), Paolo Ferrero (Prc) e Leoluca Orlando (Rete2018).

“I soggetti che hanno dato vita a Rivoluzione Civile hanno deciso all’unanimità di considerare conclusa questa esperienza. Il risultato insoddisfacente delle elezioni politiche del febbraio scorso ha indotto ognuna delle componenti a una riflessione profonda della nuova fase politica al proprio interno. Si è preso atto che le scelte strategiche future dei singoli soggetti sono incompatibili con la prosecuzione di un progetto politico comune, quanto meno nell’immediato.

read more »

venerdì 29 marzo 2013

19-01-2013 Ingroia al Pd: ‘Ci vediamo in Parlamento. Berlusconi è finito’

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: