SGARBI A BARI INAUGURA ANNO SOCIALE DELLA “FONDAZIONE TATARELLA”

Domani 23 settembre alle 18.00

nella Sala Scuderia di Villa Romanazzi Carducci

Vittorio Sgarbi a Bari inaugura

l’anno sociale della «Fondazione Tatarella»

Presenterà il libro «Il punto di vista del cavallo. Caravaggio»

ROMAVittorio Sgarbi sarà domani martedì 23 settembre a Bari per inaugurare l’anno sociale della «Fondazione Tatarella». Il critico d’arte, che al leader politico Pinuccio Tatarella, scomparso nel 1999, era legato da un rapporto di amicizia, inaugurerà la rassegna «Incontri d’Autore» con la presentazione del libro «Il punto di vista del cavallo. Caravaggio», edito da Bompiani. L’appuntamento è alle ore 18.00, nella Sala Scuderia di Villa Romanazzi Carducci in via Crapuzzi 326 a Bari. Sgarbi sarà introdotto dagli interventi della giornalista Annalisa Tatarella e dal Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Bari Giancarlo Di Paola.

 

Scheda sul libro

Pittore e bandito, genio e maledetto. Michelangelo Merisi da Caravaggio è stato il pittore che ha rivoluzionato l’arte e la pittura europea. Vittorio Sgarbi non ha mai smesso di confrontarsi con il pittore lombardo, sulla scia del critico che lo ha portato all’attenzione mondiale dopo secoli di oblio: Longhi. «Il punto di vista del cavallo» rileva l’attitudine fotografica di Caravaggio, la volontà di scegliere un punto di vista sempre nuovo e rivoluzionario rispetto alla spesso secolare tradizione iconografica del soggetto rappresentato. Un libro illustrato e raccontato, un approccio nuovo che saprà sedurre sia gli addetti ai lavori sia chi vorrà entrare, magari per la prima volta, nei misteri di Caravaggio.

«Caravaggio – scrive Sgarbi è doppiamente contemporaneo. È contemporaneo perché c’è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l’importanza della sua opera. Non sono stati il Settecento o l’Ottocento a capire Caravaggio, ma il nostro Novecento. Caravaggio viene riscoperto in un’epoca fortemente improntata ai valori della realtà, del popolo, della lotta di classe. Ogni secolo sceglie i propri artisti. E questo garantisce un’attualizzazione, un’interpretazione di artisti che non sono più del Quattrocento, del Cinquecento e del Seicento ma appartengono al tempo che li capisce, che li interpreta, che li sente contemporanei. Tra questi, nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio»

Per approfondire vai a Gli Intoccabili


facebook_30x30twitter_30x30 youtube_30x30rss_30x30newsletter_30x30 tumblr - Copia
——————————–
Iscriviti alla Newsletter (New)
Per iscriverti: Manda una mail con oggetto: Iscrizione Newsletter a: intoccabili.gli@gmail.com
Per disiscriverti: Manda una mail con oggetto: Lascio la Newsletter a: intoccabili.gli@gmail.com Grazie… 🙂
——————————–

Avviso ai naviganti: La pubblicità nel mio blog è inserita da WordPress: non ci guadagno nulla e non ho controllo su ciò che viene pubblicizzato. Rimango contrario a qualsiasi pubblicità imposta ai blogg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: