2008, quando Grillo diceva Barnabé venda Telecom a Telefonica

16 Dicembre 2008

Scriveva sul blog:

“…Bernabè e gli attuali azionisti non hanno però chiesto indietro i soldi a Tronchetti,Buora, Ruggiero e sodali che hanno spolpato l’azienda. Bernabè e gli attuali azionisti non hanno citato la precedente gestione per le intercettazioni Telecom del fedeleTavaroli. I conti li pagano, come sempre, i clienti (canone), i piccoli azionisti (titolo), i dipendenti (licenziamenti).
Alla prossima assemblea Telecom ci sarò. Bernabè non faccia come il tronchetto dell’infelicità che si diede malato per non rispondermi. Si presenti. Se vuole gli farò avere le domande qualche giorno prima per prepararsi. Il mancato sviluppo del Paese è legato alla deriva delle telecomunicazioni. Non ci può essere un mercato con un’azienda che gestisce, allo stesso tempo, i servizi e l’accesso ai servizi per i concorrenti. E’ una situazione drogata, monopolistica. Servizi e dorsale vanno separati.
Bernabè sa bene chi ha distrutto il valore della Telecom. Conosce i nomi dei responsabili, dei politici e degli imprenditori con le pezze al culo. Non completi la loro opera. Li denunci, chieda loro un cospicuo risarcimento in qualità di amministratore (le carte le ha), venda a Telefonica (tanto prima o poi succederà) e si ritiri nella sua Vipiteno”

24 settembre 2013

Il governo deve intervenire per bloccare la vendita a Telefonica con l’acquisto della sua quota, è sufficiente dirottare parte dei miliardi di euro destinati alla Tav in Val di Susa che neppure il governo francese vuole più. Subito dopo va avviata una commissione di inchiesta parlamentare per accertare le responsabilità e gli eventuali guadagni illeciti.

Lo scrive sul suo blog Beppe Grillo in un post dal titolo ‘Telecom Italia, l’Italia che perde i pezzi”.

“L’Italia perde un altro pezzo, Telecom Italia. Le telecomunicazioni diventano spagnole. Un disastro annunciato da un saccheggio continuato, pianificato e portato a termine con cinismo di quella che era tra le più potenti, innovative e floride società italiane. Fondamentale per le politiche di innovazione del paese. In passato, anni fa, avevo previsto questa fine ingloriosa con la cessione a telefonica”.

“la morte di Telecom Italia è iniziata con la sua cessione a debito ai capitani coraggiosi da parte di D’Alema nel 1999, allora presidente del Consiglio. Lui, il merchant banker di Palazzo Chigi, è il primo responsabile di questa catastrofe. Un’azienda senza problemi finanziari si ritrovò improvvisamente con più di 30 miliardi di euro di debito”.

….

@GliIntoccabili

Gli Intoccabili https://intoccabili.wordpress.com/

Segnalazioni

(Mandami una mail per suggerire notizie,suggerimento su come
migliorare il sito, etc…)

intoccabili.gli@gmail.com

Iscriviti alla Newsletter (New)

Per iscriverti:

Manda una mail con oggetto: Iscrizione Newsletter a: intoccabili.gli@gmail.com

Segui il blog sui social network

facebook_30x30twitter_30x30 youtube_30x30rss_30x30newsletter_30x30 tumblr - Copia

Advertisements

3 Trackbacks to “2008, quando Grillo diceva Barnabé venda Telecom a Telefonica”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: