Dario Fo: “Una scaletta per mettere Brunetta all’altezza della situazione. Schifani? Il suo cognome dice tutto”


video di Roberto Mannucci

Dario Fo dai microfoni della ‘Zanzara’ “Brunetta che giura da ministro? La prima cosa che faccio è cercare un seggiolino per poterlo mettere a livello, all’altezza della situazione. Oppure meglio una scaletta, così se la regola da sè”.

“Sarebbe una gentilezza che si fa a Brunetta, e alla società, per non avere l’angoscia di vedere qualcuno che non ce la fa”. agginuge Fo. “Il cervello di Brunetta  quello si che è ancora più piccolo.” “E Schifani al governo?”, chiedono i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo: “Il cognome è onomatopeico, dentro il suo nome c’è già tutto, il rifiuto e il senso di angoscia e di repulsione per queste persone. Con questi al governo mi hanno copiato delle scene intere del Mistero Buffo”.

Le repliche

“Le dichiarazioni di Dario Fo, dal contenuto spregevole, colpiscono per la gratuita volgarità di un personaggio che, evidentemente, è ben lontano dal senso alto della politica e offende impunemente, credendo di divertire come durante uno spettacolo di cabaret di scadente livello. In realtà, offende solo se stesso, la sua storia e la sua professionalita’”. E’ quanto afferma il segretario politico Pdl, Angelino Alfano. “O forse, in verità, la sua cifra umana e’ cosi’ bassa – prosegue – da non consentirgli altro. Le sue parole incivili non offrono di certo un contributo alla politica, ma sicuramente svelano l ignoranza di chi ne sconosce il valore e ricorre persino alle offese personali per sentirsi realizzato e per soddisfare il proprio malsano egocentrismo. Ci vergogniamo per lui. Inutile aggiungere altro”.

 “Dopo le odierne dichiarazioni da taverna di Dario Fo su alcuni miei colleghi, l’accademia dovrebbe ritirargli il premio Nobel”. Lo dichiara Laura Ravetto, responsabile propaganda del Pdl.

 “Ma chi gli ha dato il Nobel? A leggere le dichiarazioni di Dario Fo contro i capigruppo Schifani e Brunetta c’è da chiedersi con quale strano criterio gli sia stato assegnato il Premio Nobel”. E’ Simona Vicari, vicecapogruppo Pdl al Senato, a replicare a Fo che “conferma ancora una volta di essere un intellettuale di parte, di quella sinistra radical chic sempre rancorosa”. “In un momento in cui si sta cercando di individuare una soluzione condivisa sul futuro governo – avverte – tutti dovrebbero impegnarsi per evitare di alimentare divisioni e contrapposizioni. Anche coloro che hanno impiegato una vita per trasformarsi da repubblichini a grillini”.

“Malgrado faccia finta di parlare sul serio, con quello che dice, e’ inevitabile che una risata seppellirà Dario Fo e anche il suo razzismo antropologico”, afferma l’esponente Pdl Fabrizio Cicchitto.

“Le parole di Dario Fo dedicate a Renato Brunetta non gli fanno onore. L’insulto non è satira, ma volgarità”, scrive su twitter la deputata Pdl Mara Carfagna.

“Chi va con lo zoppo impara a zoppicare. Evidentemente è ciò che è capitato a Dario Fo, premio Nobel. Si supponeva fosse un uomo colto, invece insulta, colpendoli sul piano personale e non solo, i capigruppo Pdl, Brunetta e Schifani. Battute, le sue, del tutto prive di spirito, degne di uomini ignoranti e beceri”. Lo scrive in una nota la parlamentare del Pdl Daniela Santanchè. “Fo oggi più che mai – prosegue – si accompagna benissimo con l’ex comico Grillo che in questi giorni, trovandosi ormai ai margini del palcoscenico politico, tenta di riportare la luce dei riflettori su di sé attraverso un linguaggio osceno e volgare”. “Il nuovo governo avrà successo se otterrà anche il risultato di rendere reperti del passato pensieri come quelli espressi da Dario Fo nei confronti di Renato Brunetta e Renato Schifani, privati della loro umanità a motivo dell’odio politico”, afferma in una nota il coordinatore Pdl Sandro Bondi.

Dario Fo: “Chi vota Berlusconi è sciocco e coglione”

Berlusconi si finge segretaria di Brunetta e risponde alla giornalista: “Con Brunetta stiamo montando le scalette”
– Dario Fo –

Dario Fo: ‘Berlusconi in carcere? Certo che mi farebbe piacere’

Dario Fo: “Una scaletta per mettere Brunetta all’altezza della situazione. Schifani? Il suo cognome dice tutto”

Dario Fo: “Chi vota Berlusconi è sciocco e coglione”

Fo su Di Pietro: “Quello che è successo è tutta colpa sua”

@GliIntoccabili

Gli Intoccabili https://intoccabili.wordpress.com/

Segnalazioni

(Mandami una mail per suggerire notizie,suggerimento su come
migliorare il sito, etc…)

intoccabili.gli@gmail.com

Iscriviti alla Newsletter (New)

Per iscriverti:

Manda una mail con oggetto: Iscrizione Newsletter a: intoccabili.gli@gmail.com

Segui il blog sui social network

TwitterFacebookYouTube RSS

43 Responses to “Dario Fo: “Una scaletta per mettere Brunetta all’altezza della situazione. Schifani? Il suo cognome dice tutto””

  1. molto d’accordo con FO .Brunetta con la sua supponenza si rende odioso a tutti ,per quanto riguarda le capacita’ deve ancora dimostrare di averne.

  2. Per nulla d’accordo con Fo, questo dimostra l’ipocrisia e la doppia morale della sinistra.
    Dimmi su chi farai la battuta è ti dirò se c’è da indignarsi o da considerarla satira

Trackbacks

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: