Quando Grillo era contro i computer e li distruggeva

«E’ quattro anni che mi sono comprato il computer. Clicco, io non sono della società del click, questi lavorano con l’indice, noi apparteniamo alla società del pollice: con gli attrezzi, noi ci siamo separati dall’orango per il pollice, l’orango non riesce a prendere un attrezzo, noi sì».
(2000, spaccando un computer durante il suo spettacolo. Anni dopo aprirà il suo blog)

”Credevo che la tecnologia dei bit fosse una tecnologia leggera: un computer pesa quindici chili, per farlo occorrono quindici tonnellate di materiali e ogni sei mesi lo buttiamo nella spazzatura. È la tecnologia più pesante che esista. Credevo anche che fosse il depositario della memoria: mette tutto in digitale, i libri si sbriciolano, la memoria dell’umanità se non la mettiamo nel digitale scomparirà. Ma un libro del 1590 su Galileo Galilei lo leggi ancora oggi, perché lo leggi con gli occhi. Io ho un floppy disk del 1985 con dentro il discorso di un premio Nobel, Rubbia. Solo che non ho più il computer dove infilarlo! Pensavo anche che mi facesse risparmiare carta, e invece io stampo, stampo, stampo tutto. Clicco e stampo. Stampo tutte le cazzate che mi vengono in mente! Non le leggerò mai, ma le ho stampate tutte. Da solo in quattro anni ho disboscato una zona come Viterbo. Quando ha preso un virus la prima volta mi sono fatto ricoverare con lui”. Il finale è un crescendo liberatorio. L’attore tira fuori un martello enorme e dice “come un bambino, io voglio guardarci dentro!” e sfascia un computer».
spettacolo del 2000 di Beppe Grillo, Time Out,

Beppe Grillo è passato dal luddismo al positivismo telematico in pochi anni? Un video su YouTube ne è testimone.
Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando Beppe Grillo nel 2000, alla fine dei suoi spettacoli, si dilettava a distruggere i computer: e pensare che oggi, e non certo da ora, è uno dei principali protagonisti della blogosfera italiana! (…)
Niente di clamoroso e stravolgente per chi si ricorda del Grillo anni ’90-2000, contrario all’utilizzo delle nuove tecnologie (i computer soprattutto) e della comunicazione elettronica. http://blog.mytech.it/2007/09/quando-beppe-grillo-distruggeva-i-pc/

Quando Grillo era contro i computer e li distruggeva

2007 Beppe Grillo era contro internet

Grillo spiega Internet e i movimenti online

@GliIntoccabili

Gli Intoccabili https://intoccabili.wordpress.com/

Segnalazioni

(Mandami una mail per suggerire notizie,suggerimento su come
migliorare il sito, etc…)

intoccabili.gli@gmail.com

Iscriviti alla Newsletter (New)

Per iscriverti:

Manda una mail con oggetto: Iscrizione Newsletter a: intoccabili.gli@gmail.com

Segui il blog sui social network

TwitterFacebookYouTube RSS

Advertisements

13 Responses to “Quando Grillo era contro i computer e li distruggeva”

  1. Ti rendi conto di quello che scrivi? Hai toccato il vespaio, io sono punto ovunque, nemmeno la tuta riesce a proteggermi.
    Si ama e basta, si condivide e basta, gaui a chi ha qualche osservazione da fare. Non si può.

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: