Posts tagged ‘terzo polo’

domenica 2 febbraio 2014

Casini: “Torno nel centrodestra, Il Terzo Polo? È Beppe Grillo”

Casini

1 febbraio 2014 Pierferdinando Casini ha scelto Repubblica per annunciare il proprio rientro nel centrodestra

“Ormai il terzo polo è Grillo. Torno con Alfano e Forza Italia. Non ostacolerò Renzi”.

“Oggi la partita che stiamo giocando é un’altra  quella contro un populismo anti-europeo e anti-istituzionale, che mette a soqquadro il Parlamento e attacca in maniera dissennata il Capo dello Stato. Le forze responsabili, centrodestra e centrosinistra, sono chiamate a serrare le file. Non c’é piu’ spazio per procedere in ordine sparso, non servono a niente le battaglie di retroguardia”.

Quando Casini disse: Berlusconi è ossessionato dal Terzo Polo

CASINI: “LA GENTE SE NE FOTTE DEL MOVIMENTO 5 STELLE”

Berlusconi: “Se Monti, Fini e Casini non entrano alla Camera mi ubriaco”, la replica: “Già ubriaco di sciocchezze”

mercoledì 5 settembre 2012

Casini fa gli auguri ad Alex Del Piero

PierferdinandoCasini@Pierferdinando

In bocca al … Canguro, caro #Alex! Ti meriti ogni nuova soddisfazione!

Questo il tweet del leader del Terzo Polo Pierferdinando Casini, Udc ad Alex Del Piero che ha annunciato oggi la sua nuova avventura in Australia con il il Sidney FC.

Del Piero al Sydney FC

Casini fa gli auguri ad Alex Del Piero

Del Piero al Sydney FC

Del Piero saluta la Juve, oggi scade il suo contratto

 

martedì 3 luglio 2012

Il movimento di Grillo perde il 2,1% e il Pdl lo supera

Sondaggio Emg

(2 Luglio)

Tg la7

il M5S perde oltre due punti. Se ne avvantaggia il Pdl. Idv in crescita, Terzo Polo in ulteriore calo.

PDL 20,1% (+1,4%)

LEGA NORD 4,9% (+0,1%)

LA DESTRA 1,6% (inv.)
GRANDE SUD 0,6% (+0,2%)
Totale cdx 27,2% (+1,7%) UDC 6,6% (-0,3%)
FLI 2,3% (-0,2%)
MPA 0,6% (-0,1%)
API  0,3% (inv.)
Totale centro 9,8% (-0,6%)
mercoledì 20 giugno 2012

Movimento 5 stelle al 21%, il pd al 25,5%, Pdl al 17%

Sondaggio Ipsos per Ballarò (19 Giugno): calo di tutte le forze di centrodestra e dei partiti del Terzo Polo. Il M5S tocca quasi il 21%.
I componenti del centrosinistra invece guadagnano voti, la Lega al 4%

Pd 25,5

m5s 20,9

Pdl 17

Idv 7,3

Udc 6,4

Sel 6,3

Lega Nord 4

martedì 12 giugno 2012

Centrosinistra al 40,8%, centrodestra sotto il 26%, il m5s continua a crescere e vede il Pd

Questi i risultati del Sondaggio Emg per il Tg di La7 di enrico Mentana diffuso l’11 giugno

Il Movimento 5 Stelle  supera il Pdl diventando il secondo partito e si avvicina sempre di più al Pd.

Calano quasi tutti i partiti, in leggera crescita Pdl, Idv e Verdi. In difficoltà il Terzo Polo, tutti i partiti che ne fanno parte sono in calo. La Lega nord si attesta al 5%. Il centrodestra in grandissima difficoltà sotto il 26% con il centrosinistra di poco sotto al 41%

PDL 18,3% (+0,2%)

LEGA NORD  5% (+0,1%)

LA DESTRA 2,1% (-0,4%)
GRANDE SUD 0,5% (-0,1%)
Totale cdx 25,9% (-0,2%)UDC 6,5% (-0,4%)

FLI 3% (-0,2%)
MPA 0,7% (+0,1%)
API 0,4% (inv.)
Totale centro 10,6% (-0,5%)
lunedì 4 giugno 2012

Partito democratico al 25%, M5s e Pdl al 18,1%, Sel in calo

Sondaggio Emg per il tgla7 di Enrico Mentana, a centrodestra perdono tutti i partiti, così come nel terzo polo il trend è negativo per tutti.

Nel centrosinistra +0,2% per Pd e Idv, in netto calo sel di Nichi Vendola.

Il movimento 5 stelle guadagna il 4% e raggiunge il Pdl al 18,1% come secondo partito.

Per quanto gli schieramenti, quello dalla foto di Vasto (Pd, Sel e IdV) otterrebbe complessivamente il 37,2%. Ben lontana la destra: la Lega Nord è il 4,9%. L”Udc al 6,9%. Se il Pdl dovesse tornare ad allearsi con la Lega otterrebbe, stando ai numeri di oggi, un 23%. Se anche dovesse andare in porto l’alleanza con l’Udc salirebbe al 30% scarso. Grillo “ruba” voti in maniera trasversale, sia a destra che al centro che  a sinistra.

PDL 18,1% (-0,7%)

LEGA NORD  4,9% (-0,3%)

LA DESTRA 2,5% (-0,4%)
GRANDE SUD 0,6% (INV)
Totale cdx 26,1% (-1,4%)UDC 6,9% (-0,8%)

FLI 3,2% (-0,3%)
MPA 0,6% (=)
API 0,4% (-0,1%)
Totale centro 11,1% (-1,2%)
giovedì 10 maggio 2012

Bocchino si butta a sinistra: “Se Pd con noi stappo champagne”

Italo Bocchino, in un’intervista al Messaggero, Bocchino confessa che il Terzo Polo “non ha funzionato come contenitore cui si rivolgono gli elettori delusi dal Pdl e Lega”. A livello nazionale, per il luogotenente dei futuristi, c’è bisogno di un  governo di larghe intese che unisca Pd, Terzo polo e la parte riformista del Pdl, anche se “purtroppo è impossibile»” perchè “il Pdl è dominato dai falchi. Ma – prosegue – se il Pd mollasse Di Pietro e Vendola per venire con noi io stapperei lo champagne”. Fli, precisa al quotidiano di via del Tritone, vuole andare «verso una federazione dei moderati. Pensiamo a un cartello elettorale, nel quale ognuno potrà dare il proprio contributo”. La stagione dei partiti unici, dice, “è superata”.

giovedì 10 maggio 2012

Fini furioso con Casini “Perchè mi hai lasciato?”

… Casini, ieri, vista la scoppola elettorale beccata dall’Udc, ha deciso unilateralmente che il Terzo Polo non ha più motivo di esistere, senza consultarsi prima con Rutelli (che conta come il due a briscola) e con Fini. Obiettivo: liberarsi dai due fardelli (pesanti come immagine ma leggerissimi in termini di consensi) per poter liberamente scegliere se cedere alle lusinghe di Berlusconi in vista delle politiche 2013. L’Udc è tornato a essere ago della bilancia e vuole liberarsi dal giogo terzopolista che rischia di mandarlo a fondo sotto i colpi dell’antipolitica grillina. Italo Bocchino ha detto che “andiamo a avanti nella costruzione del Fli, a cosa miri l’Udc non ci è chiaro”. Ma, dicono i ben informati, Fini l’avrebbe presa con minor filosofia. Trovatosi di fronte al “de profundis del Terzo Polo, il presidente della Camera si è molto arrabbiato: “Gridava come un pazzo, diceva che Casini e inaffidabile, un irresponsabile” raccontano nel Fli. Fini e Casini, ieri, hanno avuto un faccia a faccia a Montecitorio, ma il leader dell’Udc è apparso irremovibile: “Ognuno porti avanti il suo progetto, poi si vedrà”.

Liberoquotidiano

mercoledì 9 maggio 2012

Casini lascia il terzo polo

Il voto delle comunali ha lasciato più “feriti” del previsto. Tra chi ammette la sconfitta, chi nega l’evidenza e chi addirittura parla di ‘disfatta’. E’ il caso di Pier Ferdinando Casini che ha ammesso: “Il Terzo Polo è sotto un cumulo di macerie, mette a repentaglio il progetto centrista volto a ricostruire quella casa comune che il leader dell’Udc con gli alleati del Terzo Polo sognava come la via d’uscita dalla seconda Repubblica”.

Il leader dell’Udc ha quindi dato il benservito al Terzo Polo, e lo ha fatto via Twitter che – scrive “é stato importante per chiudere la stagione Berlusconi, ma non è in grado di rappresentare la richiesta di cambiamento e novità”. I risultati elettorali consigliano a Casini di prendersi una pausa di riflessione. “Ora voglio pensare. E’ quello che i politici devono fare nei momenti delicati. I voti di Pdl e Lega non li abbiamo certo presi noi” osserva il leader centrista che però evita di rispondere quando i cronisti gli chiedono se il primo ‘interlocutore’, in questa nuova fase di riflessione, possa essere Angelino Alfano.

Casini rassicura però sull’attualità del Partito della Nazione. “Il progetto che avevamo in mente per riunire i moderati del Paese se prima era urgente ora è fondamentale. C’é da andare molto oltre l’Udc e il Terzo polo” dice.

martedì 8 maggio 2012

Lecce: Perrone (Centrodestra) eletto al primo turno

Perrone ha conseguito 36.579 voti pari al 65,63 per cento. Perrone era sostenuto da una coalizione in cui oltre al Popolo della Libertà che ha ottenuto 15.104 voti pari al 27,83% conseguendo 10 seggi, vi erano le seguenti liste: Lista Civica- Città del Mondo (5724 voti, 10,54% ,4 seggi), Lista Civica-Grande Lecce (4488 voti, 8,26% 3 seggi), La Puglia Prima di Tutto (3802 voti, 7% 2 seggi), Io Sud (2800 voti, 5,15% 2 seggi), Futuro e Libertà (2706 voti, 4,98% 1 seggio), Lista Civica- Regione Salento (1836 voti, 3,36% i seggio), Lista Civica-Per Lecce Città d’Arte (130 voti, 0,23%, nessun seggio).

domenica 22 aprile 2012

Lega, Maroni: «Con Bossi abbiamo chiarito»

Con Umberto Bossi, il 21 aprile a Besozzo, abbiamo chiarito un po’ di cose», ha detto Roberto Maroni dopo l’incontro con il Senatur nel Varesotto. Bossi, ha detto Maroni, «è stata una visita a sorpresa. Ha avuto parole lusinghiere sul mio conto, che mi hanno fatto molto piacere».
Ma Maroni rafforzato e sempre più lanciato verso la carica di segretario del Carroccio, ha anche lanciato una stoccata all’iniziativa di rinnovamento lanciata tanto da Ferdinando Casini (Terzo Polo) quanto da Angelino Alfano (Pdl). «Gli altri partiti devono cambiare nome e colori. La Lega Nord resta la Lega Nord e non ha bisogno di questi trucchetti».

Lettera43

giovedì 12 aprile 2012

Sondaggio Ipr per Porta a Porta: La Lega perde, ripresa del cdx, in lieve calo SEL e FLI , Pd in lieve calo

Sondaggio Ipr

Porta a PortaPDL 22% (INV)

PDL 22% (INV)

LEGA NORD 9% (-0,5%)
LA DESTRA 1% (INV)
GRANDE SUD 1,5% (+1,5%)
Totale cdx 33,5% (+1%)

FLI 3% (-0,5%)
UDC 8,5% (INV)

API 1,5% (INV)
MPA 1% (INV)
Totale Terzo Polo 14% (INV)
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: