Posts tagged ‘palazzo chigi’

martedì 29 aprile 2014

Renzémolo, l’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano del 29 aprile

travaglioDunque sabato sera i telespettatori di Amici saranno privati dell’imprescindibile presenza di Matteo Renzi accanto a Maria, a causa di una legge odiosamente illiberale: la par condicio che proibisce le ospitate di politici nei programmi non giornalistici in campagna elettorale. Si teme così che il premier, già costretto a declinare l’autoconvocazione come goleador alla Partita del Cuore, non tenterà neppure di sfoggiare le sue doti di cantante al concertone del 1° Maggio o a The Voice, cucinare prelibatezze della cucina toscana a Masterchef, saggiare la sua enciclopedica sapienza (leggendaria fin dai tempi della Ruota della Fortuna) in un quiz pre o post-tg, declamare con la sua voce baritonale il segnale orario, le previsioni del tempo e l’oroscopo. Gli italiani dovranno dunque attendere fine maggio per sapere che faccia ha il presidente del Consiglio, ingiustamente oscurato da tutte le tv, eccezion fatta per i programmi del mattino, del pomeriggio, della sera e della notte. A meno che non accolga l’invito di Barbara D’Urso a Domenica Live che lo si è scoperto dopo il monologo del Cainano è nientemeno che un “programma giornalistico”.

venerdì 28 febbraio 2014

La lista dei sottosegretari nominati dal Consiglio dei Ministri

governoLa Presidenza del Consiglio comunica che:

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 11.35 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Graziano Delrio.

Il Consiglio dei Ministri ha nominato 44 Sottosegretari, nei limiti imposti dalla legge. Dei nuovi sottosegretari, 9 assumono le funzioni di Viceministro.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
giovedì 16 gennaio 2014

Jole Santelli: “I neri sono fortunati, non si devono truccare”

La battuta discutibilissima delll’ex sottosegretario al Lavoro Jole Santelli, ora solo deputata di Forza Italia, ospite di Agorà su Rai Tre nella puntata di ieri mentre il ministro dell’integrazione Cecile Kyenge seguiva in collegamento il dibattito in studio.

“I neri? Hanno la fortuna di non doversi truccare”.

domenica 29 settembre 2013

Lacrime di Coccodrillo. l’editoriale di Marco Travaglio sulla crisi di governo

lacrime di coccodrillo

Da qualche tempo a questa parte, appena prende la parola, il che gli accade ormai di continuo, in una logorrea esternatoria senza soste, anche due volte al giorno, prima e dopo i pasti, il presidente della Repubblica piange. È una piccola variante sul solito copione: il monito con lacrima. A questo punto mancano soltanto le scuse al popolo italiano, unico abilitato a disperarsi per lo schifo al quale è stato condannato da istituzioni e politici irresponsabili.

venerdì 30 agosto 2013

“Sentenza pro veritate”, l’editoriale di Marco Travaglio

fatto-quotidiano-30-agosto

Dopo un mese di depistaggi politici e mediatici, le motivazioni della condanna definitiva del senatore Silvio Berlusconi a 4 anni per frode fiscale riportano al centro della scena i fatti. Fatti non nuovi, almeno per chi in questi anni ha voluto informarsi e poi ricordare. Ma ormai consacrati da un verdetto irrevocabile che mette la parola fine all’ipocrisia del linguaggio alla vaselina, tutto dubitativi e condizionali. Se dal 1º agosto, dopo la lettura del dispositivo, si poteva affermare senza tema di smentita che il senatore Silvio Berlusconi è tecnicamente un delinquente pregiudicato, da ieri si può anche aggiungere il perché: perché il sistema truffaldino che gli ha consentito per vent’anni di frodare il fisco gonfiando i prezzi dei film acquistati da Mediaset presso le major americane tramite intermediari occulti e fittizi, intascandone le plusvalenze sui conti esteri di società offshore create ad hoc dall’avvocato Mills, derubando il fisco e la sua stessa azienda per centinaia di milioni, anche dopo la quotazione in Borsa, anche mentre sedeva in Parlamento e addirittura a Palazzo Chigi, l’aveva “ideato”, “creato”, “organizzato” e “sviluppato” lui a partire dagli anni 80.

domenica 25 agosto 2013

Mentana: “Berlusconi VUOLE che il Pd gli voti contro, per fare anche su questo il blitz elettorale, la campagna su cui si gioca tutto, o Palazzo Chigi o San Vittore”

mentana berlusconi pd

L’ho scritto una settimana fa: se il Pd vota a favore della decadenza di Berlusconi cade il governo, se vota contro cade il Pd. Ora però c’è un elemento in più: Berlusconi VUOLE che il Pd gli voti contro, per fare anche su questo il blitz elettorale, la campagna su cui si gioca tutto, o Palazzo Chigi o San Vittore.

giovedì 2 maggio 2013

Becchi: “Sparatoria Palazzo Chigi ha fatto comodo a Letta”

Paolo Becchi, professore all’Università di Genova , a La Zanzara su Radio 24

“Se qualcuno tra qualche mese prende i fucili non lamentiamoci, abbiamo messo un altro banchiere all’economia”.

“La situazione se non migliora peggiora  e non so quanto la gente possa resistere, non so quanto il Movimento possa frenare la violenza della gente, che è nella natura delle cose”. “

Letta che va dalla Merkel  è un segnale chiaro. Unica cosa fondamentale è l’Europa e la Bce. Siamo governati ancora dalla Merkel con le banche e i banchieri come l’attuale ministro dell’Economia. Se qualcuno tra qualche mese prende i fucili non lamentiamoci, abbiamo messo un altro banchiere all’economia”.

Paolo Becchi, considerato da molti uno degli ideologi del Movimento 5 Stelle, esprime questo pensiero sulla sparatoria di sabato scorso davanti a Palazzo Chigi “ha fatto comodo a Enrico Letta

Secondo lui l’attentato ha fatto sì che il Pd si compattasse attorno al nuovo governo, quando pochi giorni prima i “franchi tiratori” lo avevano distrutto durante le elezioni del presidente della Repubblica.

mercoledì 1 maggio 2013

Adriano Celentano su Luigi Preiti e la sparatoria a Palazzo Chigi

Adriano Celentano sul Corriere della Sera si occupa oggi di Luigi Preiti e della sparatoria a Palazzo Chigi:

È incredibile come l’uomo riesca a bruciare la propria vita in un tempo così fulmineo. Come è altrettanto incredibile la velocità di certi SCIACALLI nel gettare fango verso chi ha generato invidia per aver fatto una campagna elettorale senza soldi, in nome di un programma altamente democratico come quello del M5S, e che al contrario di chi li accusa, ha invece generato la speranza in un mondo tutt’altro che ostile e soprattutto: CONTRO ogni genere di violenza. Bisogna essere cretini, ma cretini non lo sono, per non capire che i toni eccessivi di Grillo, che non sempre condivido, non possono e mai potranno generare violenza.

lunedì 29 aprile 2013

Bertola M5s “Il vero problema è che in questo momento, ci sono alcuni milioni di italiani che pensano ‘peccato che non abbia fatto secco almeno un ministro'”

Vittorio Vb Bertola_20130429-133656

mercoledì 10 aprile 2013

Doppio incarico, la truppa dei 177 parlamentari furbetti, tra loro anche Vendola (che poi si dimette), il Pd la fa da padrone

Prima Pagina_Il Fatto Quotidiano_20130410-123424

Parlamento, 177 furbetti seduti su due o tre poltrone

giovedì 6 settembre 2012

Franceschini: “Con Bersani a Palazzo Chigi arriverà il ricambio generazionale”

“Nella prossima legislatura ci sara’ ci sara’ una nuova generazione di dirigenti” e “un giovane nuovo leader”, mentre Bersani prevedibilmente sara’ impegnato a palazzo Chigi. E’ lo scenario indicato dal capogruppo Pd alla Camera Dario Franceschini c e, intervistato da ‘La Repubblica’, nega che l’attivismo di Matteo Renzi lo innervosisca.

mercoledì 8 agosto 2012

Monti: con Berlusconi spread a 1200

«Se il precedente governo fosse ancora in carica, ora lo spread italiano sarebbe a 1200 o qualcosa di simile». Dalla messa on line dell’intervista concessa da Mario Monti al Wall StreetJournal all’ondata di reazioni furiose della pattuglia berlusconiana, trascorrono pochi secondi malgrado qualche agenzia tenti di ammorbidire l’urto raccontando che «fonti di palazzo Chigi precisano che non c’è alcuna intenzione polemica nei confronti del passato esecutivo e che la stima di uno spread a 1200 viene da una proiezione degli effetti della speculazione sul nostro paese se non si fossero dati segni di discontinuità con il passato».

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: