Posts tagged ‘la vita’

giovedì 13 settembre 2012

#renzi2012 – Campagna di Matteo Renzi per le primarie in pillole

#renzi2012 Se perdiamo diamo una mano a chi ha vinto, non cambiamo partito!

#Renzi2012: ‘Non vedo nel governo Monti idee per uno slancio verso il futuro’

“Ambizione più alta di cambiare classe dirigente. Vogliamo cambiare il destino dei nostri figli” Termometro Politico

“Quando il centrosinistra non gioca il catenaccio rischia di farcela” Termometro Politico

“C’è qualcosa di più grande della politica che è la vita”  Termometro Politico

“Percezione di essere classe media è passata dal 72% al 35%” Termometro Politico

lunedì 13 agosto 2012

Di Pietro accusa il governo sul caso Ilva, Gasparri considera molto gravi i danni causati dal blocco degli impianti

Un governo che accusa il gip, invece di prendersela con chi ha inquinato, è come chi se la prende con il medico che ha individuato il tumore, invece che con chi l’ha causato. L’esecutivo, oggi, mostra i muscoli con il gip quando, per anni, le istituzioni sono rimaste assenti di fronte a chi ha violato la legge, mettendo in pericolo la vita e la salute di cittadini e lavoratori. Noi siamo, senza se e senza ma, dalla parte della magistratura e dei lavoratori. Invece di prendersela con il gip, l’esecutivo pensi a mandare all’Ilva di Taranto esperti di bonifica e faccia pagare chi ha inquinato e causato tanti danni, per dare una garanzia reale e non ipocrita ai lavoratori dell’Ilva e ai cittadini.

giovedì 31 maggio 2012

Per Bertinotti il terremoto sembra quasi “sia di destra”

«Dopo un quarto di secolo in cui si è voluta negare l’esistenza della lotta di classe e proclamare la sua scomparsa, persino il terremoto, nei suoi effetti più drammatici, prende le intollerabili sembianze di classe e le prende in uno dei territori più civili e operosi del paese, quell’Emilia Romagna in cui, per più di un secolo, il movimento operaio e la sinistra sono stati protagonisti di una gigantesca opera di civilizzazione»

«La tragedia che distrugge la vita, rivela immediatamente la questione sociale aperta. Nel primo terremoto 4 su 7 sono state le persone uccise sul lavoro, nel secondo 11 su 17. Molti di loro, per ragioni di prevenzione non avrebbero dovuto stare lì a lavorare, ma ormai il lavoro non ha più contratti e leggi che lo proteggano. Ci sono edifici dove si lavora e altri no. Quelli dove si lavora, i capannoni, cadono molto più facilmente. Vuol dire che quando gli uomini lavorano sono meno considerati dall’economia, dalla società e dalla politica. Può darsi che indignarsi non basti, ma bisognerebbe che l’indignazione almeno travolgesse la classe dirigente di questa società diventata ormai insopportabile».

Articolo completo su dawblog

       

giovedì 29 marzo 2012

Emilio Fede: “Non ci credo ancora, voglio sentire Berlusconi. Io sono il tg4, quella è la mia vita”

«Non ci credo ancora – si sfoga Fede -, ora voglio sentire il Cavaliere per avere una spiegazione». «Io sono il Tg4 – afferma ancora l’ex direttore -: quella è la mia vita. Mi avevano offerto un settimanale, ma avevo chiesto che slittassimo di qualche mese»

http://www.daw-blog.com/2012/03/29/emilio-fede-non-ci-credo-ancora-voglio-sentire-berlusconi-io-sono-il-tg4-quella-e-la-mia-vita/

«C’è la mano di Confalonieri, è lui che l’ha architettato e portato a segno». Commenta così Emilio Fede, con Repubblica, il suo licenziamento dal Tg4 che ha diretto per vent’anni. Una decisione arrivata, aggiunge, mentre Silvio Berlusconi «è alla partita».

Emilio FEDE: “E’ stato un colpo di mano di Confalonieri mentre Berlusconi era alla partita del Milan”

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: