Archivio per novembre, 2012

venerdì 30 novembre 2012

Berlinguer e le regole

Dal profilo facebook di Matteo Renzi.

venerdì 30 novembre 2012

Sallusti: “Non voglio i domiciliari, madatemi in carcere”

“Io non mi muovo di qui, non vado agli arresti domiciliari”, ha detto il direttore del Giornale in conferenza stampa a Milano, chiedendo al procuratore del capoluogo lombardo, Edmondo Bruti Liberati, di “prendersi la responsabilità di mandarmi in carcere” e di “applicare la pena che mi è stata erogata”.

venerdì 30 novembre 2012

Renzi: “Bruciano schede e cacciano le persone dai seggi”

Bruciano schede e cacciano le persone dai seggiBruciano schede e cacciano le persone dai seggi

“Venendo qui a Napoli ho appreso che in questa città che il nostro comitato ha chiesto lunedì mattina di avere l’elenco dei votanti e che gli hanno spiegato che è stato bruciato la mattina del lunedì.

venerdì 30 novembre 2012

Vendola: “Oggi la Regione Puglia ha abolito i vitalizi, l’assegno di fine mandato e il rimborso benzina, ha tagliato le indennità”

Oggi la Regione Puglia ha abolito i vitalizi, l’assegno di fine mandato e il rimborso benzina, ha tagliato le indennità e ridotto del 50% le risorse ai gruppi consiliari. Inoltre abbiamo predisposto sanzioni a carico dei Consiglieri regionali che non parteciperanno ai lavori dell’aula.

Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal 1° gennaio 2013, con un risparmio di 5 milioni di euro all’anno.

venerdì 30 novembre 2012

Sartori: “Se Grillo continuasse a crescere l’Italia diventerebbe il pagliaccio del mondo”

Il celebre politologo Sartori:

venerdì 30 novembre 2012

Fornero: “Figli viziatelli, ma anche che non trovano lavoro”

Alla presentazione del libro di Antonio Polito “Contro i papà – Come noi italiani abbiamo rovinato i nostri figli” è presente il ministro del Lavoro del governo Monti Elsa Fornero.

Il Ministro è tornata sull’argomento ribadendo che  tra i precari ci sono “anche questi figli di papà” di cui parla il libro, anche se “non bisogna mai generalizzare”.

I nostri figli un po’ viziatelli sono troppo abituati a cercare vie dorate” ha proseguito il Ministro, spiegando però che purtroppo “Ci sono quelli che quando vanno a cercare un lavoro, trovano solo pezzi e bocconi di lavoro”

venerdì 30 novembre 2012

Pd 30%, M5s 19.5%, Pdl 14.3%, idv 2.4%

Sondaggio swg

per agorà

rai 3

30 novembre 2012

Pd 30%

M5s 19.5%

Pdl 14.3%

Lega 6,1%

venerdì 30 novembre 2012

Salsi (m5s): “Toni di Grillo pieni di cattiveria contro le persone”

Grillo nei modi è sempre stato molto violento, abbiamo fatto il ‘Vaffanculo day’, ma adesso i toni da sarcastici, violenti, estremamente taglienti, hanno un contenuto di cattiveria nei confronti delle persone”.

A parlare è Federica Salsi, consigliere comunale a Bologna del M5S, ospite a “24 Mattino” su Radio 24. “Ormai si scende molto più nell’attacco personale piuttosto che nella critica. Questo scatena le tifoserie che si sentono legittimate ai peggiori insulti ed è molto pericoloso”.
Alla domanda se faccia ancora parte del Movimento o se sia già arrivato un P.S. (Puoi Sparire), la Salsi ha risposto: “Per il momento non è ancora arrivata nessuna comunicazione ufficiale. Il “P.S:” è un sistema che si presta a tantissime critiche e a volte anche a strumentalizzazioni. Sicuramente visto da fuori è estremamente duro e crudo. E’ un sistema poco ortodosso perché sembra che si sveglino la mattina e facciano fuori le persone, mi piacerebbe che lo staff nel momento in cui fa un P.S. lo motivasse”.

venerdì 30 novembre 2012

L’auto blu nel parcheggio per disabili

auto blu ikea

venerdì 30 novembre 2012

Multe record – Sindaco di Brescia: “Le multe andrebbero da regolamento pagate dagli autisti”

Le multe andrebbero da regolamento pagate dagli autisti. Ma laddove ero io la persona trasportata mi assumo la responsabilità e non lascerò l’autista pagare da solo”. Così Adriano Paroli, sindaco Pdl di Brescia, ospite a 24 Mattino su Radio 24, si difende sul caso delle numerose multe prese dall’auto di rappresentanza del Comune.

“I viaggi incriminati sono otto, soprattutto sulla Milano-Venezia. Le sanzioni sono 23, a cui si sono aggiunte altre 16 sanzioni per omessa indicazione del conducente- Le 23 sanzioni si sono poi raddoppiate diventando 46 poiché non sono state pagate nei termini previsti. Da 8mila euro tutto compreso si è arrivati a 21mila euro“.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: